Eliminare la celluliteLa cellulite è un disturbo oggi estremamente diffuso, che non è soltanto un fastidioso inestetismo, ma come è stato scientificamente dimostrato, una vera e propria malattia. All’origine della cellulite c’è un insieme di cause, spesso aggravate da vita sedentaria, da stress, diete e ritenzione idrica.

Tra le cause si evidenziano l’ ereditarietà, i fattori ormonali, le alterazioni della circolazione sanguigna e linfatica, lo stress, l’ abbigliamento e la postura. Esiste anche una predisposizione familiare legata a fattori genetici, ad una maggiore sensibilità ormonale e ad una fragilità capillare. Condizioni etniche, razziali e comportamenti alimentari familiari ne influenzano l’insorgenza.

La cellulite è dunque un disturbo che interessa l’ipoderma, un tessuto che si trova al di sotto del derma di natura prevalentemente adiposa. È un tessuto attivo per il legame intercorrente tra il suo metabolismo e il bilancio calorico. La sua attività si manifesta con una funzione lipolitica, che provoca lo scioglimento dei grassi quando il bilancio calorico è negativo; oppure con quella di liposintesi, che attiva la deposizione dei grassi, quando il bilancio è positivo.

La cellulite è causata dalla degenerazione della microcircolazione del tessuto adiposo con conseguente alterazione delle sue più importanti funzioni metaboliche.

Nell’ambito della cellulite si distinguono tre varietà:

  • La CELLULITE DURA O SOLIDA si presenta sotto forma di masse solide, dotate di scarsa mobilità, aderenti ai piani sottostanti; la pelle è inspessita e secca, difficilmente sollevabile. Si manifesta per lo più al di sotto dei 25 anni di età e con essa la comparsa frequente di smagliature (in quanto la pelle tende ad assottigliarsi e indebolirsi). Le zone più colpite sono le cosce, le natiche e la parte interna delle ginocchia. La zona interessata è spesso dolente e alla palpazione suscita una spiccata dolorabilità con una sensa-zione di peso e fastidio.
  • La CELLULITE MOLLE O FLACCIDA è caratterizzata da noduli in profondità percepibili alla palpazione e le parti colpite si presentano molli e flaccide, si muovono condizionate dai movimenti e dalle posizioni del corpo. Si riscontra soprattutto in donne al di sopra dei 35 anni è la più comune, costituita da infiltrati mobili, con essa è molto rara la manifestazione di smaglia-ture. Le localizzazioni più frequenti sono l’interno delle cosce e l’interno delle braccia, può essere individuata specialmente in soggetti in sovrappeso ma anche in individui magri.
  • La CELLULITE EDEMATOSA è invece una varietà a se stante e viene considerata una sottospecie della cellulite molle, è caratterizzata da sostanze che danno al tessuto un aspetto gonfio e spugnoso dovuto a liquidi ristagnanti negli arti, glutei e bacino. La pelle si presenta lucida e di colore palli-do. Nello stesso soggetto possono manifestarsi aree di cellulite molle e aree di cellulite edematosa.

Le zone interessate al fenomeno della cellulite sono:

  • l’addome
  • i fianchi
  • la schiena
  • il dorso
  • i glutei
  • l’interno cosce
  • l’esterno cosce
  • le ginocchia
  • le caviglie
  • le spalle
  • le braccia.

La cellulite addominale e del dorso si manifesta anche negli uomini. Possono tuttavia esserci delle complicanze dovute a condizioni patologiche, costituendo un problema sia sul piano estetico che sul piano psicologico.

Tali complicanze sono le smagliature, le microvarici (o capillari), le varici. Nel caso di presenza di capillari e/o varici l’applicazione degli ultrasuoni in alcuni casi può essere controindicata, è indispensabile quindi prima del trattamento rivolgersi al proprio medico che potrà indicare il trattamento ed escludere casi di controindicazioni.

DISPOSITIVI CON CUI COMBATTERE LA CELLULITE

 

Sonimed Plus 2.0

Sonimed Plus 2.0

Sonimed Plus

Sonimed Plus

Sonimed

Sonimed


 
Sonimed Magneto Light

Sonimed Magneto Light

Sonimed Plus Therapy

Sonimed Plus Therapy